Avelengo

tranquillità, riposo e relax

A ca. 10 km da Merano si trova il pittoresco villaggio di Avelengo che conta 600 abitanti ed è situato sull' altipiano soleggiato sopra la conca meranese.
Da Merano una strada panoramica, ben transitabile anche d'inverno, conduce ad Avelengo.

Sia d'estate che d'inverno, Avelengo Vi offre numerose attività. Potete scegliere a piacere tra passeggiate, escursioni in montagna e scalate più impegnative, oppure potete scoprire i dintorni facendo una gita in bicicletta o addirittura a cavallo. GodeteVi le stupende viste panoramiche sulle vette del Gruppo di Tessa, del Brenta o del Ortles, delle Dolimiti e delle Alpi Ötztaler.

Attrattive ad Avelengo

  • Chiesetta di Santa Caterina del XIII secolo (ammirabile solo attraverso un foro praticato nel portone d’ ingresso). Possibilità di visite guidate per gruppi su richiesta
  • Chiesa Parrocchiale di San Giovanni (rilievo preistorico in porfido sul muro esterno) ad Avelengo Paese.
  • Tabernacolo gotico situato sulla strada d’ accesso per il maso “Nusser”.
  • Maneggio – stazione di ricreazione per la razza dei cavalli “Avelignesi” a S.ta Caterina. Ingresso libero.

Avelengo e i cavalli avelignesi

Il nome “Haflinger” (avelignesi) fu coniato a seguito di una ricerca sui cavalli da soma adatti alla riproduzione realizzata nel 1897 dal colonnello Van der Decken e dal conte Huyn nella zona sopraindicata.
Tale ricerca portò al rilevamento di 100 fattrici – per la maggior parte di discendenza orientale – in Val Venosta.
Nel 1904 fu costituito a Meltina il primo consorzio per la selezione del cavallo Haflinger che comprendeva i paesi di Avelengo (Hafling), Verano, Meltina e S. Genesio, mentre nel 1908 venne fondata l’Associazione di allevatori equini della Val Sarentino, zona in cui ha origine il cavallo sauro con i crini chiari, mantello che contraddistingue questa razza.

Il Haflinger venne allora selezionato soprattutto come animale da soma, ma vantava già spiccate attitudini sportive; basta ricordare le famose gare rusticane di galoppo all’ ippodromo di Merano che vengono organizzate già dalla fine del secolo scorso e che sono ormai una tradizione da quasi cento anni.
Furono comunque le sue attitudini sportive da sella a rendere nuovamente popolare questa razza negli anni 60 e 70, dopo che il cavallo era stato ormai sostituito dai macchinari nei lavori agricoli anche nelle zone alpine.
L’ utilizzo del cavallo da sella e da tiro costituisce un’attività sportiva sempre più popolare e il  Haflinger vi si presta egregiamente per il suo buon carattere nonché per la buona costituzione e l’aspetto piacevole.

Si riportano alcuni dati che illustrano la situazione attuale in Alto Adige: 1700 soci della Federazione Allevatori, 22 associazioni di razza, 3300 capi iscritti, 28 stalloni adibiti alla monta pubblica.
Annualmente più di 20 gare sportive con i cavalli Haflinger: gare di slitta e skijöring, gare di galoppo, gare di fondo, partecipazione a gare di salto ostacoli.

Terme di Merano

Poste nel cuore della città, ad un paio di minuti di cammino dai Portici e dalla “Kurpromenade”, si trovano le nuove Terme Merano. Il design ai passi col tempo di Matteo Thun incontra qui il sapere tradizionale altoatesino in fatto di arte del benessere. Il cubo di vetro, cuore delle Terme, colpisce grazie alla sua armoniosa interazione con la natura circostante e con una vista mozzafiato sul maestoso gruppo di Tessa.

Il settore piscine, con 25 vasche all’interno ed all’aperto, nonché le otto saune offrono tutte le sfumature del relax e del benessere.  Durante l’estate ci si può trattenere anche nello splendido parco delle Terme con il romantico laghetto delle ninfee ed il percorso balneare.

Lo Spa & Vital Center coccola i suoi ospiti con il bagno al siero di latte, il massaggio alla crema di mela, il peeling ai vinaccioli e molto altro ancora: tutti gli ingredienti delle applicazioni e della linea cosmetica delle Terme provengono dalla regione. Gli amanti dello sport si possono tenere in forma al Fitness Center delle Terme. Al centro dell’Alto Adige esiste un paradiso per corpo ed anima: le Terme Merano.

I Giardini di Castel Trauttmansdorff

Nella conca di Merano la visita ai Giardini di Castel Trauttmansdorff è una tappa d’ obbligo. I giardini sono un’ area estesa dove sono riunite piante di tutto il mondo, ma è presente anche la tipica vegetazione dell’ Alto Adige. Ameni sentieri s’ inerpicano lungo il pendio attraverso i giardini acquatici e terrazzati, conducono al giardino dei sensi, al giardino giapponese, alla collina dei cactus e delle succulente oppure alle antiche piante coltivate come ulivi e viti. Undici padiglioni concepiti da artisti come la voliera e la grotta con lo show multimediale completano la visita.

Al centro dei giardini si erge il castello che il conte Trauttmansdorff, verso il 1850, fece ricostruire su antiche rovine medievali. L’ imperatrice Sissi vi trascorse due soggiorni di cura invernali. Oggi il castello è sede del Touriseum – il Museo del Turismo.
Maggiori informazioni »

Raffeiner Orchideenwelt

Siamo partner del "Mondo delle orchidee Raffeiner"!
Venite a scoprire le meraviglie di questo parco tematico unico in Europa, situato tra Gargazzone e Vilpiano, e lasciatevi conquinstare dal fascino delle orchidee.

Maggiori informazioni »

Castel Scena

Il castello di Schenna, uno dei più importanti castelli privati del Sudtirolo, fu costruito nel 1350 dal burgravio Petermann di Schenna, il castellano di allora. Nel corso dei secoli il castello era in possesso di diverse famiglie nobili e fu diverse volte restaurato.
Nel 1844 entrò in possesso dell’ arciduca Giovanni d’ Austria che visse nel castello con la consorte e che in seguito lo trasmise in eredità ai suoi discendenti, i conti di Merano, che ancora oggi lo abitano e amministrano.
Avanti »

Castel Tirolo

Castel Tirolo - Museo storico-culturale della Provincia di Bolzano, costruito nel XI secolo dalla potente famiglia dei Conti di Tirolo. L’ edificio è situato su un colle morenico, che da un lato precipita a picco.
Degni di nota sono due portali romanici e le finestre ad arco, nonché una cappella a due piani con affreschi del 1300.
Avanti »

A BREVE ONLINE: offerte, pacchetti e novità ad Avelengo

State visualizzando questa pagina con una versione datata del browser. Vi possono essere problemi nella visualizzazione della pagina e non tutti i contenuti potrebbero essere disponibili. Per informazioni sull'aggiornamento del browser andate a: browsehappy.com.